Goleada nei supplementari, lo Scarlino approda in semifinale di Coppa Toscana

SCARLINO: Bigoni, Moretti, Bracciali, Fabbri, Giordano, Badjie Ya, Saloni, Liberali, Vento, Vecci, Monterisi. A disp.: Buzzegoli, Palmieri, Cinci, Bigliazzi, Montomoli, Totti, Felici, Pietrych, Antonini. All.: Cavaglioni.

IMPRUNETA TAVARNUZZE: Truschi, Barbieri, Paterna, Mengoni, Marcucci, Bellucci, Lusini, Maier, La Motta, Rocchini, Lanfranchi N. A disp.: Morganti, Bichi, Crinzi, Coli, Piazzini, Ficozzi F., Curradi, Salvadori, Lanfranchi S. All.: Andreucci.

RETI: 38’ Vecci (Sc), 5’ st Vento (Sc), 20’ st (Im), 30’ st Lanfranchi N. (Im), 90+2’ Fabbri (Sc), 90+4’ Monterisi (Sc), 90+5’ st Vento (Sc), 90’+10’ st Antonini (Sc), 90+13’ st Palmieri (Sc).

Lo Scarlino batte l’Impruneta Tavarnuzze ai supplementari – con un primo tempo aggiuntivo strepitoso – e conquista il passaggio alla semifinale di Coppa Toscana. Il match giocato sul campo del “Nicoletti” di Follonica termina per 7-2, con un primo tempo in cui i giallorossi partono bene.

Il gol di Vecci che sblocca il risultato arriva al 38’ e chiude la prima frazione sull’1-0.

La seconda rete dello Scarlino arriva nei primi giri d’orologio del secondo tempo: Vento mette a segno il gol del raddoppio.

A metà ripresa arriva però l’uno-due dell’Impruneta, che trova il pari alla mezzora. Negli ultimi 10 minuti dei tempi regolamentari lo Scarlino prende nuovamente in mano la partita, cercando di trovare il gol della vittoria. Ma una traversa e un palo incredibile di Vento consentono solo di sfiorare il gol decisivo e i 90 minuti si chiudono sul pareggio.

Nei supplementari lo Scarlino ammazza la partita: dopo pochissimi minuti arriva il primo gol della goleada giallorossa con Fabbri, raddoppiato subito dopo da Monterisi, prima di trovare altre tre reti con Vento, Antonini e Palmieri.

I 120 minuti si concludono con il 7-2 dello Scarlino, che prosegue così il suo cammino in Coppa Toscana.

«Oggi è stata una partita che doveva essere chiusa nei primi 90 minuti, purtroppo il calcio è bello anche per questo – commenta mister Massimo Cavaglioni – Nel secondo tempo siamo calati a livello psico-fisico e abbiamo dato l’opportunità a loro di crederci raggiungendo così il pari. Fortunatamente nei tempi supplementari siamo stati bravi a riprenderci la partita».

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.